Dettaglio corso

CHATTARE O NAVIGARE: QUANDO ESSERE ON LINE SUL POSTO DI LAVORO PUÒ COSTARE CARO

Il fenomeno dei cosiddetti social network e di internet è oramai riconosciuto come parte della vita di gran parte di noi. Un tema molto delicato, in particolar modo se abbinato al loro utilizzo improprio sui luoghi di lavoro. Da una parte gli interessi del datore di lavoro (pubblico e privato) per ottenere una corretta prestazione lavorativa che risponda ai principi di diligenza, lealtà e correttezza. Dall’altro troviamo la tutela della privacy del lavoratore nonché la tutela del divieto di controllo a distanza dell’attività del lavoratore. Un percorso che segue un unico filo conduttore della normativa di riferimento che guarda alla tutela del datore di lavoro, da una parte, e del lavoratore dall’altra. Dal codice civile, passando per lo statuto dei lavoratori (L. 300770), attraversando alcuni principi del garante della privacy approdando al Job Act. Analizzando anche le decisioni della magistratura e coniugando la responsabilità disciplinare prevista dal CCNL del comparto sanità tenteremo di tracciare una sorta di linee guida per consigliare il nostro professionista infermiere ad evitare comportamenti che lo possono portare addirittura al licenziamento. Utilizzare Facebook, internet e social network possono essere divertenti da una parte, ma contemporaneamente molto pericolosi dall’altra se utilizzati impropriamente durante l’orario di lavoro. Ma anche il rischio di trovarsi coinvolti in una foto o video postati da pazienti o parenti di persone ricoverate alla propria insaputa è una realtà da non sottovalutare, senza dimenticare le possibilità ed i limiti del controllo a distanza da parte del datore di lavoro.

 

Ore 8.45-09.00 Apertura del corso e introduzione

 

Ore 09.00-11.00 Posta elettronica, internet, accesso ai social network da strumenti di lavoro a possibili abusi e utilizzi impropri: i profili di responsabilità dell’infermiere:

ricostruzione della normativa vigente (dalla parte del datore di lavoro, dalla parte del lavoratore e il garante della privacy)

potere disciplinare ed “obblighi” del dipendente: ABC della responsabilità disciplinare

Ore 11.00-12.00 Posto di lavoro, da internet alle telefonate improprie dalla chat a Facebook: un’analisi delle decisioni della magistratura per prevenire comportamenti scorretti (voluti o non!)

Ore 12.00-13.00 Dibattito guidato

 

Ore 13.00-14.00 Pausa pranzo

 

Ore 14.00-15.00 L’infermiere in corsia tra privacy e controllo a distanza: installazione di strumenti di videosorveglianza tra vecchio art. 4 legge 300/70 (st. lavoratori) e Job act.

 

Ore 15.00-16.00 Ruolo dei provvedimenti dei Ministri Brunetta e Madia in tema di provvedimento disciplinare.

 

Ore 16.00-17.00 Chattare, navigare sul posto di lavoro … e responsabilità disciplinare del professionista sanitario:

uno sguardo al Testo Unico Pubblico Impiego (D. Lgs 165/2001)

dal “vecchio” al “nuovo” C.C.N.L.: novità in tema di tipologia/applicazione delle sanzioni disciplinari,

il licenziamento nel pubblico impiego: fantasia o realtà?

rapporto tra procedimento disciplinare e provvedimento penale

 

Ore 17.00-18.00 Analisi di alcuni provvedimenti disciplinari. Dibattito guidato

 

Ore 18.00-18.30 Verifica dell’apprendimento e chiusura del corso

Crediti:

9,2

Discipline:

tutte

Data:

20 marzo 2019

Numero accreditamento:

3174- 249405

Luogo:

Auditorium Villa Nazareth

Via San Salvatore, 6

Fermo

 

Allegato:

Locandina_fermo_200319.pdf

Partecipanti ammessi:

100

Posti disponibili:

15

Costo iscrizione:
  • Per tutti gli iscritti OPI: gratuito